Lettera di Franco Volpato al Presidente

S. Giorgio delle Pertiche  27-1-2014

Presidente,
oggi 27, giorno della memoria, mi aspettavo che nella programmazione della radio ci fosse stato uno spazio riservato a questa immane tragedia, nessun accenno! Vergogna! Chi non ha memoria del proprio passato non può avere alcuna speranza di un futuro migliore. Franco si starà rigirando nella tomba, quel Franco che Lei nomina tanto, ma di cui ha tradito palesemente lo spirito. Levi la mano da quella bara, scenda coi piedi per terra e guardi con un po’ di umiltà la situazione della radio com’è ora!


Parlo delle qualità dei programmi non della situazione economica che non appassiona particolarmente, ma che, suppongo, sia la diretta conseguenza del “Prodotto radiofonico”. Un prodotto, mi permetta, scadentissimo, poco credibile, ergo… Mancati sponsor, in effetti girano da mesi sempre gli stessi!
Lasci perdere il CHE. Forse è meglio MASANIELLO, più locale, più vicino alla gente e non sulla gente stessa!
Faccia in modo che gli ascoltatori aprano la loro giornata con un sorriso e non con il medico di turno! E non proseguano il loro ascolto con lo psicologo, lo psicoterapeuta e via via con gli omeopati, gli psichiatri, gli osteopati ed esperti vari che per TUTTA la giornata incutono tristezza in persone già debilitate per loro conto!
Già ma Lei non ascolta la radio, me lo disse, (si ricorda?) a giugno 2012 quando insieme agli amici “LA CERCAI” e le feci le proposte, proposte ripetute alla Signora Lilly e a Giorgio a ottobre 2012.
Disponibilità puntualmente disattesa, pazienza! Ma eravamo ancora in tempo per non far partire l’azione legale nei confronti del suo C.D.A.. Azione legale alla quale ho partecipato coscientemente anch’io, vistomi preclusa ogni via di dissenso, dissenso al quale credo di avere diritto in quanto conduttore e soprattutto socio (seppure di minoranza) dal 2-12-1999 (Notaio HOLLER) in una radio che ha fatto del dissenso, sempre, il suo filo conduttore. Non potendo obiettare liberamente mi sono autosospeso il 24 novembre 2012, nessuno mi ha costretto! Lo ribadisco a tutti coloro che mi chiedono notizie a proposito ma non vedevo altra via dopo il boicottaggio delle mie proposte. Ma, nonostante tutto sono stato e sono tuttora vicino a quella che considero pervicacemente la MIA RADIO, troppo facile, presidente, dire che non ha elementi di confronto! Ascolti un po’ di più la sua creatura e poi potrà meglio argomentare sulla credibilità del messaggio, sulla serietà di troppi conduttori e sul non rispetto degli ascoltatori che emerge frequentemente. Qual è, Presidente, quell’imprenditore, grande o piccolo che si può sognare di investire il suo danaro in una emittente così, a mio avviso, mal ridotta?! Mal ridotta, Presidente, microfoni che non vanno, lettori che non leggono, telefoni che fischiano, mixer in disarmo, le continue sostituzioni, la mancanza di un qualsiasi palinsesto, la messa in onda di registrazioni per coprire i buchi degli assenti la dice lunga sulla credibilità della programmazione e sulla scarsa attrazione che la radio esercita! E per fortuna Sua che ci sono 4-5 malati di microfono che corrono ad ogni fischio! Abbarbicati per 3-4 anche 5 ore senza dire ASSOLUTAMENTE niente! Pietà, presidente, pietà. E che dire della mancanza assoluta di una pur che sia rassegna stampa degna di questo nome?
Cambiare il mondo presidente? Siamo seri, mettiamo ordine in casa nostra prima di tutto e saremo più credibili, poi, quando parleremo all’universo mondo. Contro tutti, contro ogni tipo d’istituzione e poi? Tutti dai vari medici che GAMMA 5 propone… Salvo poi correre al primo pronto soccorso anche per un codice bianco! Maledetta medicina ufficiale!!! E che dire poi di come nutrirci, istruirci, di come istruire i nostri figli e via dicendo. Una radio cupa, oscurantista, complottista, che non sa più sorridere, questo mi dice la gente che ancora numerosa mi telefona a casa e fa si che in tanti, troppi, in silenzio si allontanano e questo a me fa molto male. Nel frattempo abbiamo perso i contatti con tutto il resto per vivere “normale”. Amo il confronto Presidente, perché è dal confronto, financo dallo scontro duro che nascono poi, spesso, le soluzioni più equilibrate. Questo a GAMMA 5 non avviene più della morte della Buonanima! Certo, ci sono gli ultras, da una parte e dall’altra, e questo non giova alla radio; tant’è che alle iniziative della stessa non sono oceaniche le folle presenti nonostante il battage pubblicitario… A parte gli ultras, vogliamo crederci del perché di tanto dissenso in quasi tutte le trasmissioni? E il terrore delle dirette che ne consegue vogliamo tenerne conto? O facciamo gli struzzi?!
Dopo più di un anno di silenzio ho sentito il bisogno, quasi fisico, di esprimerle il mio dissenso che viene sistematicamente censurato! Paura, faziosità, incomprensioni? Sarà la giustizia, purtroppo ad occuparsene! MA LA GENTE DEVE SAPERE TUTTO! Non crede signor Presidente? Male non fare …. Paura non avere.. giusto? Ma qui mi dicono gli esperti “Partita Incerta, partita persa”, mi auguro che Lei e chi sta con Lei, questa partita non l’abbia giocata con carte false. A suo tempo le feci la proposta che mi sembrava sensata: 7 da una parte, 7 dall’altra, guardandoci in faccia, carte in tavola, TUTTE, e ragionarci su! Niente, muro contro muro!
Perché mi ostino ancora, dopo tanto tempo, a scriverle? Perché, presidente, non potrà più dire nelle assemblee “nessuno mi ha cercato”! Io l’ho cercata, 2 volte e per 2 volte mi ha ignorato e con la mia proposta termino questa mia lunga lamentela scusandomi per la calligrafia, ma il PARKINSON non lascia scampo purtroppo, non per i contenuti che sono la conseguenza dell’amore che nutro pervicacemente  per GAMMA 5.
“ Li seppelliremo con una risata” disse un giorno! AUGURI presidente. Ne ha davvero bisogno! Giustizia permettendo, naturalmente.

Volpato Giovanni Franco