Login Registrati

Accedi al tuo account

Nome utente *
Password *
Ricorda

Registra un nuovo account

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori.
Nome *
Nome utente *
Password *
Ripeti password *
Email *
Ripeti email *

Menu Principale

News dal forum

  • Nessun messaggio da mostrare.

Cara Lilly...

S. Giorgio delle Pertiche 11.06.2014

Lilly, dopo quasi un anno riprendo carta e penna e come sono solito fare, ti esprimo in piena libertà quello che penso sui programmi di Gamma 5. Mi rivolgo a te in quanto RESPONSABILE del palinsesto, da ascoltatore e anche da socio attento a quello che ascolto nel corso della giornata.

Mi domando e ti domando: ma tu l’ascolti la radio?
Che valutazione dai su quello che metti in onda? Quali sono i criteri che guidano la tua scelta? C’è qualcuno che ti assiste, ti aiuta, ti consiglia? O il metodo che segni è: il primo che arriva parla? Non importa quello che dice, ma parla!!! Anzi, spesso STRA PARLA, ma capisco che ciò non è importante, fa parte dello spirito NAIF che ha sempre contraddistinto la nostra radio. Come vedi bene, ho scritto NOSTRA perché, nonostante tutto, una piccola parte è ancora mia!

 

Credimi, non è con acredine che ti scrivo ma con lucidità di un medio ascoltatore che poi ne deve trarre le sue conclusioni. Le mie sono desolanti, credimi, e sono purtroppo in buona compagnia…

Ultimamente ascolto SOLO sostituzioni, tappa buchi, registrazioni varie … a cosa è dovuta la carenza di personale? Non è questo un segnale della scarsa attrazione che la radio esercita sui possibili e papabili nuovi conduttori? Fa parte anche questo dello SPIRITO NAIF di cui parlavo dinanzi?

La radio non attira a livello musicale, non incuriosisce più a livello politico, non appassiona più a livello di partecipazione! Fanno testo la transumanza di ascoltatori da Gamma 5 a Radio Cooperativa. E i conduttori di Gamma 5 che sempre più numerosi intervengono nelle rassegne stampa di Cooperativa. Cosa ne pensi? Non è questo un altro segnale di distacco dalla vita della nostra RADIO? Forse a te va bene così perché non rompono in diretta e Gamma 5 va bene! Poi, cara Lilly, telefonano anche a me (12 conduttori) o vengono a trovarmi a casa e dicono tutt’altre cose di ciò che professano a microfoni aperti! Codardia, paura di perdere l’ora di microfono? Senza dignità! Che miseria!

Ho scritto anche al Presidente il 21.02.2014 senza aver risposta alcuna, anche a lui come a te e Giorgio ho fatto e ripetuto le mie proposte.. niente, silenzio assoluto! Da lì il mio distacco, il mio dissenso non ha voluto dire allontanamento d’ascolto, anzi! Ho monitorato per mesi la radio che ora è “in mano” a 20/25 ascoltatori massaggiatori che invariabilmente e quotidianamente imperversano con i loro interventi, uccidendo di fatto l’ascolto che risulta perciò irritante e noioso, nonché banale!

Lo dico a te come l’ho ribadito al Presidente, non mi interessa per niente il lato economico della Radio, mi sta molto a cuore viceversa la qualità RADIOFONICA dei programmi che così come sono ora sono di infama qualità! E’ così Lilly! E lo sai anche tu, ammettilo! Po da qui in avanti fai quello che vuoi, hai, anzi avete voi il bastone del comando! Ma sappiate (e voi lo sapete bene) che così facendo non evitate il continuo decadimento della credibilità della Radio, fanno testo le frequenze alle varie iniziative (TROPPE) che la radio propone. 50-100 persone, spesso sempre le stesse (dopo mesi di annunci) sono la risultanza di quello che asserisco, non negarlo Lilly! Ripeto, se aveste dato ascolto alle voci di dissenso (è permesso ancora dissentire?) non saremmo arrivati a questo punto!

Mi fermo qui col mio mal scritto, so che come la prima  anche questa mia servirà a niente ma desidero ancora una volta ribadire che l’inaridimento dell’ascolto è dovuto alla qualità e alla credibilità di ciò che si manda in onda! Rivoltosi o non, dissidenti o non, la gente valuta e sceglie! Non è con il martellamento pubblicitario che si ottengono i consensi, cara Lilly, ma con il lavoro, la ricerca e l’impegno di ognuno. E questo, mi dispiace, latita a Gamma 5!

Ho detto ancora una volta la mia con carta e penna perché questo mio pensiero resti nero su bianco, non cancellato come un anonimo SMS!

In fede, Volpato Giovanni Franco

Per inviare commenti è necessario registrarsi